Sangue Blu Filippo Maria Negroni

SPID: Identità Digitale – come richiederlo

Il lavoro del tecnico Informatico non si limita soltanto alla riparazione di Computer, Notebook, Smartphone e Tablet ma assume – ogni giorno sempre di più – caratteristiche peculiari di un consulente digitale a 360° (la consulenza/assistenza può spaziare dalla semplice configurazione di una casella di posta alla realizzazione di un sito web). Diciamo che, se sai fare bene il tuo lavoro, diventerai una specie di ibrido tutto-fare, una via di mezzo tra un docente, un assistente/psicologo e perché no, anche intermediario tra il cittadino e la Pubblica Amministrazione. Proprio per questo motivo, oggi vi parlo dello SPID! 

Che cos’ è lo SPID:

Lo SPID è un sistema pubblico di identità digitale, in pratica è una sorta di “passepartout” (passatemi il termine) che permette ad ogni singolo cittadino di entrare in contatto con le Pubbliche Amministrazioni, potendo usufruire di tutti i loro servizi (come ad esempio il Fascicolo Sanitario Elettronico – FSE, richiesta di contributi, iscrizioni scolastiche, etc.).

Iscriversi a SPID è gratuito per chi aderirà al servizio entro il 31 dicembre 2019.

Utilizzare lo SPID in realtà è molto semplice, e una volta creata la tua identità digitale sarai subito in grado di poterla utilizzare.

Richiedere lo SPID:

Per poter richiedere lo SPID dovrai essere in possesso di:

  • un indirizzo email valido (suggerisco: GMAIL, se non lo avete già dovrete creare una nuova casella di posta, mi raccomando di segnarvi su un foglio tutte le credenziali).
  • uno smartphone (Android o Apple) compatibile con la rete 3G/4G (la SIM deve essere abilitata alla navigazione in internet).
  • un documento di identità valido (es. Carta di Identità, Passaporto, etc.)
  • La tua tessera sanitaria con relativo codice fiscale.

Al momento in Italia esistono diversi Identity-Provider (leggasi: organizzazioni – potete trovare la lista completa a questo link: richiedi lo SPID) presso i quali potrete creare da zero le vostre credenziali SPID, alcuni di loro offriranno tale servizio in maniera gratuita, altri a pagamento. Nel mio caso ho optato per una registrazione gratuita dello SPID presso le Poste Italiane.

I tempi di rilascio dipendono dai singoli Identity-Provider ma se deciderete di usufruire del servizio PosteID riuscirete a fare tutto nel giro di pochi minuti (almeno per quanto riguarda la registrazione dello SPID di livello 1 e 2, mentre per il livello 3 sarà obbligatorio recarsi presso un qualsiasi ufficio postale per il riconoscimento diretto e la relativa abilitazione con codice inviato via SMS).

PosteID – lo SPID di Poste Italiane:

In questo paragrafo vi darò qualche prezioso consiglio su come registrarvi nella maniera più semplice possibile presso le Poste Italiane. Innanzitutto, prima di potervi collegare al sito “PosteID” e richiedere il vostro SPID, è necessario registrarsi normalmente sul sito “Poste.it”. Ecco i passaggi da seguire nell’ordine in cui vengono elencati:

  • Scaricate sul vostro Smartphone le App ufficiali: “PosteID” e “UfficioPostale” – la prima vi servirà per prenotare il ticket all’ufficio postale più vicino a voi (evitando la fila), la seconda per autenticarvi con le vostre credenziali SPID, una volta generate. Aspettate ad effettuare il login su entrambe le App!
  • Registratevi normalmente sul sito Poste.it e completate ogni singolo passaggio richiesto: LINK (accedi all’area clienti) – ancora una volta mi raccomando di segnare su un foglio tutte le credenziali generate (Pin, Nome Utente, Password, etc.).
  • Completata la registrazione dovrete far “certificare” il vostro numero di cellulare presso lo sportello di un qualsiasi ufficio postale (certe volte la certificazione avviene in automatico, come nel mio caso, poiché in precedenza avevo attivato una carta prepagata PostePay Evolution). Utilizzate l’App “UfficioPostale” per prenotare il ticket ed evitare la fila!
  • Ora siete pronti a richiedere il vostro SPID! Tornate a casa, accendete il computer e collegatevi a questo indirizzo: PosteID – clicca su “registrati subito” e poi su “SMS su cellulare certificato”, infine “Prosegui” e infine completate tutti i passaggi richiesti.
  • Infine effettuate il login sull’App “PosteID” precedentemente scaricata.

Molto bene! Ora dovreste essere in possesso delle credenziali SPID di livello 1 e 2 (create attraverso PosteID). Potete verificare l’effettiva attivazione della vostra nuova identità digitale a questo indirizzo: PosteID – LOGIN. Per poter ottenere la credenziale SPID di lv. 3 dovrete recarvi (di nuovo!) presso un ufficio postale e farvi comunicare il relativo codice di attivazione “SPID di livello 3”, che vi sarà inviato tramite SMS sul vostro smartphone autenticato. Una volta ottenuto dovrete semplicemente accedere al sito PosteID – LOGIN e sbloccare così l’ultimo livello di accesso. Anche in questo caso vi suggerisco di utilizzare l’App “UfficioPostale” per prenorare il vostro ticket e saltare la fila.

NB: esistono diversi modi di potersi registrare sul sito PosteID, come ad esempio tramite lettore smartcard, lettore bancoposta, firma digitale, etc. In questo articolo mi sono limitato al discorso “cittadino privato”, suggerendo la registrazione classica tramite smartphone con numero certificato.

SPID – i 3 livelli:

Esistono tre tipi di credenziali SPID, ovvero quelle di LIVELLO 1 (nome utente e password), di LIVELLO 2 (nome utente, password + App di PosteID) e di LIVELLO 3 (nome utente, password + SMS su cellulare certificato). La differenza sostanziale è il tipo di login richiesto dal servizio prescelto, ad esempio per prenotare esami del sangue o scaricare ricette mediche saranno necessarie credenziali SPID di livello 3.

Addio? Addio.

Se ci dovessero essere imprecisioni o ulteriori aggiornamenti, modificherò l’articolo (ultima revisione: 26/04/2019) anche in base ai vostri suggerimenti. Non mi resta che augurarvi: buon SPID a tutti!

FacebookFacebook MessengerWhatsAppTwitter
Filippo Maria Negroni

Laureato in Scienze della Comunicazione (BO), tecnico informatico a tempo pieno, graphic designer all'occorrenza e scrittore quando lo Jägermeister mi da una mano.

Sangue Blu Filippo Maria Negroni

Sull’autore:

Filippo Maria Negroni

Laureato in Scienze della Comunicazione (BO), tecnico informatico a tempo pieno, graphic designer all'occorrenza e scrittore quando lo Jägermeister mi da una mano.

CONTATTI:

Email: negroni.filippomaria@gmail.com
Cell: 3398123685

SOCIAL:

FacebookInstagramLinkedIn

ULTIMI ARTICOLI: