Sangue Blu Filippo Maria Negroni

Il Principato di Sealand

I

Prendete un pizzico di follia del genere umano e gettatela in mezzo al Mare del Nord, a circa dieci Km delle coste di Suffolk (UK). Alle seguenti coordinate: 51° 53′ 40 N e 1° 28′ 57 E potrete trovare il Principato di Sealand, un minuscolo stato sovrano confinato all’interno di una piattaforma antiaerea, abbandonata dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. 

Fino a qui, tutto bene (più o meno). Capita spesso che vengano ritrovati cimeli risalenti al periodo storico e strutture fatiscenti isolate. Tuttavia, quello che non ci si aspetta di scoprire è la presenza di un piccolo stato autoproclamato, ben radicato ed organizzato all’interno di uno di questi “reperti archeologici”.

La storia del Principato:

Correva l’anno 1996 e durante la Vigilia di Natale il forte abbandonato venne occupato abusivamente da Paddy Roy Bates, ex militare e cittadino britannico con alle spalle alcune scaramucce legali a causa della sua Radio pirata (Radio Essex). Nell’anno della sua occupazione, l’intero avamposto venne spostato fuori dalle acque territoriali inglesi. L’isolata struttura – progettata per ospitare fino ad un massimo di 300 persone – inizialmente era composta da un’enorme zattera galleggiante (successivamente affondata e fatta adagiare sopra ad un banco di sabbia), sulla quale sono presenti due piloni portanti in cemento a sostegno di un’ulteriore piano sopraelevato.

Lo scopo di Bates era quello di poter continuare le sue trasmissioni radiofoniche, così decise di “reinterpretare” a suo modo il Diritto Internazionale e di fondare il suo “Stato Canaglia”.

Nel 1978 ci fu addirittura un tentato “colpo di stato” da parte del suo Primo Ministro, trattenendo in ostaggio il figlio di Bates.

La faccenda si risolse tuttavia in maniera rapida. Bates arruolò dei mercenari e con un elicottero d’assalto riprese la fortezza, trattando gli invasori come veri e propri prigionieri di guerra.

Un’economia forte:

Ma come hanno fatto a mantenere in attivo le casse dello stato? Semplice. La famiglia Bates è riuscita ad auto-sostenersi grazie alla vendita di monete, passaporti e titoli nobiliari del Principato di Sealand, il tutto ovviamente pagabile in Euro.

Nel 2007 Sealand è stato messo in vendita per 750 milioni di euro. Il 9 gennaio 2007, il noto sito The Pirate Bay (Torrent) ha annunciato di voler acquistare Sealand, raccogliendo fondi attraverso libere donazioni versate su conto Paypal. Sfortunatamente nessun accordo è mai stato firmato, a causa del disinteresse di Bates nei confronti della vendita e della chiusura dell’agenzia immobiliare spagnola incaricata della mediazione.

Nessun Happy Ending:

ll 9 ottobre 2012 Roy Bates è deceduto per cause naturali all’età di 91 anni, mentre sua moglie (86 anni) morì il 10 marzo 2016 in una casa di riposo. Lo stato fondato da Bates (principe Roy) e dalla moglie (la principessa Joan) non ha mai ricevuto un riconoscimento ufficiale da altri Paesi.

Filippo Maria Negroni

Laureato in Scienze della Comunicazione (BO), tecnico informatico a tempo pieno, graphic designer all'occorrenza e scrittore quando lo Jägermeister mi da una mano.

Sangue Blu Filippo Maria Negroni

Sull’autore:

Filippo Maria Negroni

Laureato in Scienze della Comunicazione (BO), tecnico informatico a tempo pieno, graphic designer all'occorrenza e scrittore quando lo Jägermeister mi da una mano.

ELOISE: IL MIO ROMANZO

“Un biglietto di sola andata nella mente di una ragazza perversa”. Per maggiori info, vi invito a leggere l’articolo: Ho trovato un Editore.

ACQUISTA

Contatti:

[contact-form-7 id="86" title="Contact Form"] Questo sito non memorizza in alcun modo le informazioni inserite all'interno di questo form.