Sono la mano che impugna la penna.

Non sei nessuno!

N

Non sei nessuno!

Probabilmente vi starete chiedendo chi diavolo è Filippo M. Negroni. Bhe, nemmeno io conosco la risposta, ma posso dirvi comunque qualcosa su di me: un giorno sarò qualcuno, per il momento mi accontento di essere un “Signor Nessuno”.

Ho una magnifica penna a sfera che non ho mai avuto l’occasione di poter utilizzare, una Montblanc Meisterstück in resina nera e oro; un prezioso ricordo di quando ero bambino. Ho tanti colori nell’armadio che mi piacerebbe indossare ma vesto sempre di bordeaux.

Ho dato vita ad un Blog, l’ho chiamato Sangue Blu. Nulla a che vedere con le mie nobili origini (?) è solo che sono sempre stato attratto in maniera fatale dalle leggende, dai racconti e dalle credenze popolari. Perché in fondo ad ogni storia vi è sempre un briciolo di verità .. nascosto da qualche parte.

Una Storia vera:

Centinaia d’anni fa durante una violenta colluttazione, un servo dell’Imperatore si ferì alla mano uccidendo con una lama il dispotico sovrano e nel farlo si accorse della diversa composizione chimica del loro sangue.

Blu per l’Imperatore, Rosso per il Bracciante.

Quel che non fu chiaro al nostro omicida è che il colore bluastro del sangue che zampillava dall’arteria recisa non era la prova evidente del nobile lignaggio imperiale ma – piuttosto – l’inevitabile conseguenza di una importante contaminazione.

Con il passare delle generazioni, il sangue della nobile stirpe si era infatti “arricchito” con migliaia di minuscole microparticelle d’argento, trasferitesi nel cibo e nelle bevande tramite posate, bicchieri, piatti e contenitori realizzati con questo prezioso metallo. La gente comune (come il nostro assassino) invece mangiava in piatti di terracotta con utensili in ferro ossidati dal tempo ..  oltre ad avere una carnagione molto più scura a causa dell’impietoso cuocere del sole durante il periodo della semina e del raccolto. Ecco spiegata l’origine del curioso appellativo nobiliare: “Sangue Blu”.

Ve l’ho già detto che in fondo ad ogni storia c’è sempre un briciolo di verità, no?

Sono Filippo M. Negroni, sono tante cose. Oggi sono uno scrittore con una drammatica propensione all’auto-reclusione nella mia taverna. Ah si, sono anche un fine dicitore .. quasi sempre dopo il terzo bicchiere di vino.

Sangue Blu, blog.

Blog è un particolare tipo di sito web in cui i contenuti vengono visualizzati in forma anti-cronologica, dal più recente al più lontano nel tempo. – Wikipedia.

Siamo nel XXI secolo, non riusciamo a prevedere il brutto tempo però abbiamo clonato una pecora. C’era veramente bisogno di spiegare che cosa sia un Blog? Probabilmente sì.

Sangue Blu - Morte

Vision:

Sono sempre stato un uomo dai gusti semplici, eppure profondamente differente se paragonato ad un esemplare della mia stessa specie. Ma se c’è una cosa accomuna ogni essere umano, da quello più umile a quello più ricco d’ambizione, è il desiderio di essere ricordato.

Con il passare del tempo la memoria cambia. Gli stessi ricordi che conserviamo così gelosamente nella parte più “intima” del nostro subconscio vengono costantemente reinterpretati e distorti, un’inevitabile corruzione messa in moto in maniera del tutto naturale.

Mission:

E così ho iniziato a scrivere piccoli frammenti di storie su minuscoli porzioni di carta, affinché non sia mai più dimenticato.

verba volant, scripta manent

Sangue Blu è il mio Blog. È il mio campo di battaglia contro l’impietoso scorrere del tempo. Uno spazio privato dove posso pensare e scrivere da uomo libero.

Sono la mano che impugna la penna.

Sull’autore:

Filippo Maria Negroni

Laureato in Scienze della Comunicazione (BO), tecnico informatico a tempo pieno, graphic designer all'occorrenza e scrittore esordiente quando lo Jägermeister mi da una mano.

PAGINA UFFICIALE:

Contatti:

Normativa sulla Privacy

Ogni richiesta di contatto verrà presa in considerazione. Rispondo entro 24 ore.

CARO STALKER:

Ti semplifico il lavoro, et voilà.